Qualità e sicurezza

Il gelato confezionato non è solo un alimento molto gustoso e piacevole, ma è anche garanzia di qualità e sicurezza costanti.

Qualità e sicurezza

La temperatura a cui il gelato viene prodotto e conservato è uno degli aspetti, in termini di sicurezza, più rilevanti: infatti, nonostante i suoi ingredienti siano facilmente deperibili, ogni sviluppo microbico è impedito grazie al freddo intenso cui è costantemente sottoposto. Alla fine della produzione il gelato viene confezionato e conservato a -18°C ed anche la sua confezione contribuisce al mantenimento della sua qualità, proteggendo da contaminazioni esterne. La “catena del freddo”, ossia il mantenimento della temperatura costantemente al di sotto dei -18°C, deve essere mantenuto dallo stabilimento fino al banco-frigo dei punti vendita. Quando si acquista un gelato confezionato per consumarlo a casa, è buona norma utilizzare una borsa termica per evitare sbalzi di temperatura e preservare al meglio il prodotto. 

Il processo che garantisce la qualità e sicurezza del gelato confezionato comincia dalle materie prime, selezionate e trattate con la massima cura: uova e latte, ad esempio, subiscono trattamenti di pastorizzazione (in seguito applicati anche alle miscele degli ingredienti), in modo da ridurre significativamente la carica batterica e garantire la sicurezza microbiologica.

La loro lavorazione delle miscele di gelato, inoltre, avviene in macchinari in acciaio inossidabile sterilizzati, in modo da controllare il rischio di contaminazione.